X-FILES BLUEBOOK/X-FILES ITALIAN FAN CLUB
Site menu
Statistics

Total online: 1
Guests: 1
Users: 0
Login form

LILLY RUSH & DANA SCULLY
Due eroine moderne a confronto
di Elena Romanello



Sono tanti i volti di protagoniste che hanno animato i telefilm di questi ultimi dieci anni, dopo la rivoluzione portata da un personaggio come Dana Scully, donna forte accanto ad un uomo fragile, pronta a mettere in dubbio le sue certezze e la sua vita per credere e per amare, professionale ma non virago, piena di dubbi ma capace di portare avanti una ricerca della verità a tutti i costi.

Trovare un'altra Scully nelle serie televisive che si sono succedute è un'impresa, ma si potrà vedere qualcosa di lei, anche se in un contesto molto diverso, in Lily Rush, l'eroina di Cold case, serie che ha terminato quest'anno una corsa di tutto rispetto dopo sette stagioni, tutte incentrate su casi irrisolti che vengono riaperti dopo anni, ricostruendo anche pezzi della storia più o meno recente statunitense.

Fisicamente parlando Gillian Anderson e Kathryn Morris, l'interprete di Lily, potrebbero essere diverse, ma qualcosa le accomuna, negli occhi azzurri spalancati non da ingenue ma da determinate verso l'ignoto e la ricerca di verità e giustizia, nello stile sobrio di vestirsi che non cancella il loro appeal ma non le rende certo due veline, nel carattere misurato che solo di rado cede all'emotività.

Il loro background familiare è molto diverso: Dana Scully, figlia di una famiglia di militari, cresciuta con rigore ma anche con molto amore, legatissima ad una sorella come Melissa prematuramente scomparsa, brillante plurilaureata e agente dell'FBI con un curriculum di tutto rispetto ha poco in comune con Lily Rush, che da bambina doveva badare alla madre alcolista, che ritrova il padre (Raymond J. Barry, il senatore Matheson che proteggeva Mulder nelle prime stagioni di X-Files) solo in età adulta, che ha una sorella sbandata che le crea non pochi problemi tutte le volte che ricompare nella sua vita e che trova nella polizia una seconda famiglia.

Entrambe trovano nel lavoro una ragione di vita: e se il lavoro di Scully agli X-Files è essenzialmente all'inizio quello di sorvegliare che Fox Mulder non faccia troppe mattane e solo in un secondo tempo si appassiona alla causa del suo collega (e poi amico, e poi compagno), quello di Lily Rush è vissuto da lei e dai suoi colleghi (tra cui gli X-Philes non possono non riconoscere Kritschegau, uno degli informatori di Mulder, l'ottimo John Finch, qui paterno tenente Stillman) come una vera e propria missione, per dare giustizia a vittime ormai morte ma il cui ricordo non è certo svanito. Giustizia, e non certo vendetta, visto che nell'universo di Cold case spesso i carnefici sono loro stessi vinti, non ci sono cattivi assoluti anche se molto affascinanti come Cigarette Smoking Man, così come, pur essendoci un filo conduttore nell'evoluzione delle vite dei protagonisti, non c'è un equivalente della mitologia di X-Files come storia portante.

Riguardo la vita sentimentale delle due protagoniste, ci sono punti in comune e diversità. Essendo due donne in un mondo di uomini, e due donne comunque in carriera, sembrano destinate in un primo tempo alla solitudine, di Scully si sa che aveva un fidanzato e che aveva avuto una relazione con un suo docente di Quantico, Lily sembra per buona parte della serie una sorta di versione moderna della vecchia zitella che vive con tre gatti per ricucire le ferite del passato e del presente. Ci sono poi delle evoluzioni, per Scully c'è tutto il rapporto non rapporto consumato in sordina e poi sbattuto in faccia ai fan con Mulder, per Lily c'è tutta una fetta di fan che sono shipper della coppia formata da lei e da Scotty Valens ma dopo un paio di passi falsi sembra aver trovato un fidanzato, anche se sfuggente, nella persona di Eddie Saccardo, poliziotto che svolge spesso rischiose indagini sotto copertura e che di tanto in tanto compare.

Le avventure che vivono sono ovviamente diverse, ma Dana Scully e Lily Rush possono essere due ottimi esempi di eroine moderne, tra fragilità e forza, con una missione da portare avanti non in maniera cieca, ma con ragionevolezza e sentimento. Nessuna delle due potrà mai sostituire l'altra, ma entrambe sono valide e interessanti, per il loro approccio al lavoro, agli altri, alla ricerca di un bene superiore non sterile, ma che ha nella verità e nella giustizia i suoi due pilastri fondamentali.

 

                                                                                                                                                                                               

Search
Calendar
«  August 2017  »
SuMoTuWeThFrSa
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Entries archive
Site friends
  • Create a free website
  • Copyright MyCorp © 2017Create a free website with uCoz