X-FILES BLUEBOOK/X-FILES ITALIAN FAN CLUB
Site menu
Statistics

Total online: 1
Guests: 1
Users: 0
Login form


L'INFORMATORE



Il successo di X-Files deriva dalla sua capacità di mostrare allo spettatore più volti di uno stesso filone narrativo. Non è solo un serial di fantascienza, come troppo spesso banalmente viene classificato, ma sa essere un terrificante horror, un angosciante thriller, un coinvolgente dramma, un avvincente poliziesco e, per via della posizione critica di Chris Carter nei confronti dell’autorità, non mancano elementi che richiamano alla spy story: dalla fitta rete di cospirazioni e segreti governativi, alla rivalità fra americani e russi. E come ogni spy story che si rispetti, non può mancare la figura dell’informatore che, a rischio della vita stessa, conduce sulla pista giusta l’eroe di turno, allo scopo di far luce su verità occultate. Di lui spesso non si conosce l’identità, in genere, nemmeno il volto, né si hanno notizie sul suo passato. Sceglie l’uomo giusto a cui rivelare informazioni riservate che possano portare a svelare scandali, illeciti, intrighi, macchinazioni, complotti, forse spinto dai rimorsi della propria coscienza, oppure da un senso di giustizia, o solo da un tornaconto personale. Sospettoso, cauto, guardingo, attento ad ogni mossa, stabilisce lui gli incontri in luoghi isolati e bui, dove l’oscurità è sua alleata. Non entra in azione, può limitarsi a fornire solo semplici tasselli di un puzzle che il suo interlocutore dovrà comporre, e se la verità e la giustizia dovessero venire a galla, non uscirà allo scoperto per attribuirsene i meriti, ma tornerà nell’ombra, eclissandosi nel silenzio. Nessuno saprà mai che il suo coraggio ha cambiato la storia.

Proprio per questo nella realtà raramente abbiamo appreso di informatori che hanno svelato trame cospiratrici o cambiato gli eventi. L’unico che rimane nella memoria storica è un misterioso personaggio che nel 1972 rivelò ai giornalisti del Washington Post, Carl Bernstein e Bob Woodward, il coinvolgimento di Richard Nixon nello scandalo Watergate, a causa del quale, l’allora presidente americano fu costretto a dare le dimissioni. Dopo una lunga battaglia procedurale furono svelate illegalità nella raccolta dei fondi per la campagna elettorale, tentativi di evasione fiscale, riscossione di tangenti e altri reati.

Sebbene il creatore di X-Files, Chris Carter, all’epoca dei fatti, fosse solo un adolescente, fu estremamente colpito dal Watergate. L’insabbiamento dello scandalo e le successive dimissioni di Nixon furono, per sua ammissione, l’evento più formativo della sua giovinezza. Non c’è da stupirsi, quindi, se ha chiamato uno dei personaggi più importanti della prima stagione, Deep Throat (Gola profonda) come l’informatore dello scandalo politico americano degli anni ’70. A vestire i panni della fonte segreta di Mulder, è l’attore Jerry Hardin, che ha alle spalle numerosi film e diverse partecipazioni in serie televisive. Fu scelto da Carter perché impressionato dalla sua interpretazione nel film "Il socio”, nella parte di un avvocato corrotto, un ruolo che aveva alcune similitudini con quello di Deep Throat. Il suo esordio in X-Files risale al secondo episodio della prima stagione, "Il Prototipo”. Mulder si interessa a misteriose sparizioni di piloti collaudatori dell’esercito, avvenute nell’Idaho. Deep Throat avvicina l’agente e gli dice di nutrire un certo interesse per il suo lavoro, tuttavia, forse per metterlo alla prova, gli sconsiglia di occuparsi del caso. Le indagini si chiudono con un nulla di fatto, ma con un Mulder sempre più motivato a riprendere la ricerca della verità. Emblematico lo scambio di battute al loro secondo incontro. Mulder: "Loro (gli alieni) sono qui, vero? Deep Throat: "Signor Mulder, loro sono qui da molto, molto tempo”. In "Fallen Angel” Deep Throat segnala a Mulder la caduta di un UFO. Gli spiega che i militari hanno provveduto a far scattare un’operazione detta Falcon, a cui già nel periodo della Guerra Fredda gli americani ricorrevano per impedire che i sovietici venissero in possesso dei segreti militari degli aerei abbattuti, ma ha solo 24 ore di tempo per cercare prove prima che l’area venga bonificata. Mulder si spinge al limite della legalità pur di intravedere un barlume di verità sull’esistenza degli extraterrestri, ma i militari riescono ad insabbiare tutto. Una commissione FBI torchia l’agente allo scopo di sbarazzarsi di lui definitivamente, ma Deep Throat, il quale sembra avere un ruolo importante all’interno dell’organizzazione segreta, salva il lavoro di Mulder, ricordando ad un furioso burocrate del Bureau, la frase di Vito Corleone, nel Padrino: "Tieni sempre gli amici vicini, ma tieni i nemici ancor più vicini”. In "Ospiti Interplanetari” apprendiamo qualche notizia in più sull’informatore, anche se il suo comportamento ambiguo mette a dura prova la fiducia di Mulder. Un Ufo abbattuto in Medio Oriente, viene trasportato negli USA e con esso il corpo di un alieno. Mulder sente di essere vicino a scoperchiare il vaso di Pandora, ma Deep Throat conduce su una falsa pista i due agenti per poi giustificarsi dicendo di essersi esposto troppo: "Ci sono dei segreti che non possono essere svelati”. Alla fine rivela che dopo l’incidente Roswell del 1947, sebbene stesse per iniziare la Guerra Fredda, ci fu un Congresso segreto a cui parteciparono gli USA, la Repubblica Popolare Cinese, la Gran Bretagna, la Germania e la Francia e venne sancito che se un’entità biologica extraterrestre fosse caduta sul nostro pianeta e fosse sopravvissuta, il paese sul cui suolo si fosse trovata, avrebbe dovuto provvedere alla sua eliminazione. Confessa di essere stato, in passato, uno degli uomini incaricati di uccidere un alieno. L’evento accadde quando lui era in missione per la Cia, in Vietnam. Quell’esperienza lo ha tormentato, fino a quando ha visto proprio in Mulder la possibilità di riscatto, di rivalsa, di attenuare il suo senso di colpa. ”Forse un giorno, grazie a lei, Mulder, la verità verrà rivelata.” (Deep Throat). Se prima si era limitato al ruolo di fonte segreta, in "Nuove Creature”, Gola Profonda si espone in prima persona per salvare la vita di Mulder. I due agenti vengono a conoscenza del piano del Governo di sperimentare DNA alieno su esseri umani. Ibridi umano-alieni dalle grandi capacità, ma ancora imperfetti, vengono ritrovati in un capannone, ma il giorno dopo qualcuno fa sparire ogni traccia ed elimina lo scienziato a capo della sperimentazione. Deep Throat spiega ai due agenti di non sapere chi possa essere stato, dato che esistono segreti che nemmeno lui conosce, ma crede di sapere il perché. Il progetto stava per fare troppi passi in avanti e qualcuno ha voluto rallentarne i progressi. Mulder viene rapito da uno degli uomini dell’organizzazione. In cambio della sua vita Deep Throat fornisce a Scully la possibilità di impossessarsi della prova dell’esistenza extraterrestre più importante: un feto alieno custodito nella base di massima sicurezza di Fort Marlen, Maryland, ma è lui stesso che si incarica dello scambio, a costo della vita. Il Killer uccide a sangue freddo Gola Profonda, il quale prima di morire dice a Scully: "Non fidatevi di nessuno”.



A differenza di Deep Throat, Mr. X si allontana dai tratti tipici dell'informatore, in quanto non si limita a fissare incontri in luoghi bui e isolati per lasciare importanti soffiate al suo interlocutore,ma è un operativo, un sicario disposto a tutto pur di giungere ai suoi scopi. Ambiguo, inconstante e subdolo, sembra avere un discreto potere che gli consente di comandare uomini e disporre di mezzi. Le motivazioni che lo spingono ad aiutare Mulder non sono idealistiche, generate dal desiderio di redimersi come è accaduto per Deep Throat, ma derivano da un patto di lealtà che lo lega al suo predecessore. E' attento ad ogni sua mossa, calcolatore nel centellinare le informazioni, un sopravvissuto che ha paura di morire. E' la versione negativa di Mulder, se avesse perso la passione per la ricerca della verità e avesse abbracciato la causa del Governo Ombra. Mulder ha un modo particolare di contattarlo, quando ha bisogno di aiuto: stanza buia, due striscie adesive sulla finestra a forma di X e una lampada che le illumina. In origine Carter e la produzione avevano in mente per il personaggio del nuovo informatore, una donna e fu scelta addirittura un'attrice, Natalya Nigolitch, la cui alchimia con Duchovny non funzionò. I tempi erano strettissimi, e Morgan e Wong si orientarono verso Williams, già nel cast di 21 Jump Street, al fianco di un giovane e acerbo Johnny Depp. La prima apparizione del nuovo personaggio risalirebbe, anche se vediamo solo il braccio, all'episodio 2X02, L'ospite in corpo, allorquando avverte Mulder che all'interno dell'FBI può contare su un amico. In realtà, come mostrato ad inizio 5 serie, Mr. X incontra Mulder nel 1990, ed è proprio lui che suggerisce casualmente ai Lone Gunmen i loro nomi (appunto Pistoleri Solitari). In "Sleepless", Mr. X chiama a telefono Mulder per dirgli di avere informazioni importanti che potrebbero aiutarlo nelle indagini e fissa un appuntamento lontano da occhi indsicreti. Mulder, giunge sul posto, e allergico ai segreti, pretende di sapere di più, ma il misterioso informatore lo interrompe bruscamente: Aver chiuso gli X-Files e separato lei e Scully, è solo l'inizio. La verità è ancora là fuori e non è stata mia tanto pericolosa. L'aiuto che Fox riceve da Mr. X in occasione del rapimento di Scully in "Ascension", è praticamente nullo, mentre in "One Breath" la subdola talpa non può esimersi dall'intervenire. Mulder insegue un uomo dell'organizzazione responsabile del rapimento di Dana, ma inizialmente viene fermato da un furente Mr. X che gli punta la pistola contro: le regole del gioco le decido io. decido io quando venire da te...tu sei un secchione primo della classe, non hai lontanamente idea di quello che succede...Una volta ero come te. C'ero io al tuo posto, ma ho paura che siamo molto diversi. Non credo avresti il mio coraggio. Poco dopo, però, il suo intervento è provvidenziale, quando salva la vita dell'agente Mulder, fermando e poi uccidendo brutalmente l'uomo che aveva rubato un campione di sangue di Scully. Addirittura gli fornisce l'occasione di vendicarsi degli uomini responsabili delle condizoni di Dana, ricoverata in ospedale in coma, ma Fox sceglie, su suggerimento di Melissa Scully, di recarsi al capezzale della sua partner. Nel'episodio "End Game", X è l'ultima speranza per Fox di localizzare il cacciatore di taglie alieno che sembra conoscere il destino di sua sorella Samantha. Anche Scully ricorre al suo aiuto, ma invano. Ad estorcere l'informazione ad un reticente X è Skinner che ha con lui una scazzottata in piena regola. In "Soft Light", tradisce la fiducia di Mulder, prima non aiutandolo e poi usandolo per i sui scopi. Dopo una lunga pausa, riappare in "Nisei/731" quando chiede a Scully di impedire a Mulder di salire sul treno che pare trasporti un entità biologica extraterrestre, ma alla fine è proprio lui a salvare la vita dell'agente, prima che il treno salti in aria per un ordigno. Una scelta che probabilmente ha segnato il suo destino. In "Wetwired" X fa tutto e il contrario di tutto. Mette Mulder su una pista che conduce ad un complotto ai danni di ignari cittadini, ma poi uccide gli unici testimoni che potrebbero svelare la verità. In un vicolo isolato lui, visibilmente imbarazzato, cerca di fugare i sospetti di un diffidente Uomo che fuma, che deve aspettare solo poco tempo per attuare la punizione.

In "Talitha Cumi" un perfido stratagemma svela il ruolo di informatore di X. Ingannato e lasciato da solo dai suoi superiori, viene giustiziato davanti all'ascensore dell'appartamento di Mulder. Cala il sipario su uno dei più affascinanti personaggi di X-Files, non prima di aver scritto, agonizzante, col sangue, sul pavimento le iniziali: S.R.S.G., vale a dire...Special Representative to the Secretary General, cioè la sede della nuova fonte di Mulder, Marita Covarrubias, diplomatica delle Nazioni Unite.


Search
Calendar
«  June 2017  »
SuMoTuWeThFrSa
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930
Entries archive
Site friends
  • Create a free website
  • Copyright MyCorp © 2017Create a free website with uCoz