X-FILES BLUEBOOK/X-FILES ITALIAN FAN CLUB
Site menu
Statistics

Total online: 1
Guests: 1
Users: 0
Login form

ALEX KRYCEK, L'ANGELO DIABOLICO

di Elena Romanello




In origine doveva essere una semplice comparsata, un lacché dell'Uomo che fuma che contribuiva al rapimento di Scully e che doveva poi sparire: Alex Krycek, giovane agente dell'FBI un po' goffo ma decisamente carino, all'apparenza servile verso Mulder, ma pronto a tradirlo con toni da  burocrate per conto del Consorzio avrebbe dovuto essere una meteora, un personaggio usa e getta, come altri.

Ma così non è stato, e tra tutti i personaggi ricorrenti negli episodi della mitologia è diventato uno dei più amati e odiati, sempre in bilico tra bene e male, tra mero tornaconto personale anche ottenuto con i metodi peggiori e strana ammirazione per gli eroi senza macchia e senza paura Scully e Mulder, soprattutto per quest'ultimo.

Assassino del non simpatico padre putativo di Fox Mulder ma pronto a cedere ogni segreto a Mulder stesso, torturatore di Skinner ma incapace di uccidere Mulder e Scully, amante tradito da Marita Covarrubbias ma capace di tornare per lei dall'aldilà, vittima delle circostanze, dalla possessione dell'alieno all'amputazione del braccio fino alla morte, in definitiva gratuita  e crudele: Alex Krycek attraversa tutte queste peripezie, nel corso delle nove stagioni di X-Files¸portando scompiglio alla serie e ai suoi protagonisti, e non riuscendo ad essere mai obbligatoriamente ascritto né fra i buoni né fra i cattivi, rimanendo sempre borderline, e per questo essendo molto intrigante ed affascinante.

Doppiogiochista, senza scrupoli, con un suo codice morale, attratto comunque dal bene ma incapace di rinunciare al male, crudele ma con una sua lealtà, travolto da eventi sfortunati, protagonista dell'unica scena veramente hot di X-Files, affascinante, angelico ma diabolico: Krycek è tutto questo, e in apparizione su apparizione conquista un pubblico sempre più vasto, che lo rende un'icona della serie, grazie all'indubbio carisma dell'interprete, Nicholas Lea.

Già visto in un episodio della prima stagione, dove era un giovanotto di belle speranze che si lasciava rimorchiare da un'aliena in un locale, Nicholas Lea fu preferito per il ruolo di Krycek al biondo Callum Keith Rennie, volto noto di diverse serie televisive, da Due South a Dark Angel, e poi trafficante di organi in I want to believe. Aiuto del protagonista ne Il commissario Scali (dove la sua fidanzata era interpretata da Melinda Mc Graw, alla quale era legato anche nella vita, che in X-Files interpretò Melissa, la sorella di Scully, uccisa da Louis Cardinal, collega di Alex), poi guest star in varie serie come Andromeda, I viaggiatori, Highlander, protagonista dello sfortunato Once a thief, fidanzato di Willows in CSI Las Vegas e di nuovo presente in serie recenti come il nuovo Visitors e Senza traccia, Nicholas Lea è comunque rimasto legato a Krycek, ed è uno degli interpreti di X-Files che partecipa con più entusiasmo a convention e incontri, alternandoli con le sue attività nel mondo dello show business di Vancouver.

Krycek è uno dei personaggi che ha scatenato più la fantasia dei fan: dal soprannome affettuoso con cui è conosciuto, Ratboy (da Rat, ratto da fogna, nome con cui in slang sono chiamati i traditori, e boy, ragazzo), con varie declinazioni quali Topo, Topino, Topastro, alle divagazioni nelle fanfiction, anche quelle decisamente poco ortodosse, che lo vorrebbero impegnato in sfrenate attività omosessuali con Mulder soprattutto, ma anche con Skinner e Doggett, dalle discussioni infinite sulla sua bontà o cattiveria alle contestazioni della sua morte, non ha lasciato indifferenti i fan e le fan di X-Files.

Tanto che c'è che si augura che torni nel possibile terzo film di X-Files, o come fantasma come in The truth (ma siamo sicuri che fosse un fantasma? I fantasmi non aprono le porte…), o in un flashback, o come supersoldato o perché la sua morte è stata una finta orchestrata (in fondo, il suo cadavere, come dicono all'inizio della nona stagione, non è stato ritrovato). Come cattivo o come alleato, come ricordo nefasto o come presenza attuale, come angelo o come demonio, Alex Krycek tallona comunque i protagonisti della saga di X-Files Mulder e Scully come popolarità e non lascia indifferenti. O lo si odia, considerandolo l'emblema del male (molto affascinante e molto controverso comunque, ha ispirato altri irresistibili cattivi come Cole di Charmed e Spike di Buffy) o li si ama, come angelo caduto, impossibile da condannare e da detestare in maniera assoluta.


Search
Calendar
«  June 2017  »
SuMoTuWeThFrSa
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930
Entries archive
Site friends
  • Create a free website
  • Copyright MyCorp © 2017Create a free website with uCoz