X-FILES BLUEBOOK/X-FILES ITALIAN FAN CLUB
Site menu
Statistics

Total online: 1
Guests: 1
Users: 0
Login form

DANA KATHERINE SCULLY 



Nata: 23 Febbraio 1964
Luogo di nascita: 1,58
Altezza: 1,58
Capelli:rossi
Occhi: azzurri
Stato civile: nubile
Istruzione: Laurea in Fisica presso l'Università del Maryland
Arma utilizzata nell'FBI: Sig Sauer p226


SCULLY, PROTAGONISTA DEL FANTASTICO

di Elena Romanello

C’è chi sostiene che le donne hanno iniziato ad essere protagoniste del fantastico negli anni Settanta, con la principessa Leila di Guerre stellari e con Ripley in Alien: senz’altro questi due personaggi sono stati importanti, ma nei telefilm, parlando di un contesto più realistico, meno futuribile (come quello ad esempio del capitano Janeway di Star Trek Voyager), Dana Scully ha avuto senz’altro un ruolo preminente, influenzando il protagonismo delle donne nei telefilm non solo di genere fantastico e fantascientifico.

Detestata da alcuni con epiteti poco gentili per una sua presunta avversione verso Mulder (ma poi perché e quando mai c’era questa avversione?), amata da molti, Dana Scully rappresenta una donna moderna, che si fa strada in un mondo di uomini, sulle tracce certo di Clarice Sterling, ma con una sua grande autonomia, che la porta ad essere molto diversa dalla sua collega de Il silenzio degli innocenti.

Scettica ma capace di mettersi in discussione, professionale ma capace anche di dare voce al cuore e agli affetti, Dana Scully attraversa le nove stagioni di The X-Files evolvendo in continuazione, conoscendo la prigionia e la malattia, perdendo le persone care, vivendo una maternità miracolosa ma sentendosi non in grado di proteggere un figlio amato e voluto, affezionandosi alla persona che avrebbe dovuto ostacolare diventando il suo punto di riferimento.

Scully è una donna di oggi, o meglio è come vorrebbero essere molte donne di oggi, capaci di fare un lavoro gratificante ed interessante senza precludersi gli affetti e i sentimenti e di dedicarsi ad una causa superiore senza essere una supereroina senza macchia e senza paura, ma con fragilità, dubbi, drammi, passi falsi.

Più ligia al dovere e alle istituzioni di Mulder, saprà comunque metterle in discussioni, ed è comunque una delle prime eroine che testimoniano che il medico legale non è un necrofilo, ma una persona che può aiutare chi è morto malamente ad avere almeno giustizia, sorella maggiore delle varie Kay Scarpetta, Sarah Sidle, Catherine Willows, Temperance Brennan, capace di creare appiglio ad una professione che era vista dal grande pubblico come qualcosa di malato e macabro.

Non combatte contro i vampiri come Buffy e non è una guerriera mistica dell’antichità come Xena: Dana Scully vive in un mondo molto simile al nostro, quasi complementare, ma sa far fantasticare ed appassionare. E quindi si sente ancora molto la sua mancanza, e spesso la si vede dietro alle sue eredi naturali, da Lily Rush di Cold case a Olivia di Fringe.



Search
Calendar
«  May 2017  »
SuMoTuWeThFrSa
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031
Entries archive
Site friends
  • Create a free website
  • Copyright MyCorp © 2017Create a free website with uCoz